COMUNICATO STAMPA


CONFERMATI INFINE GLI "UFO DEL VENTENNIO": L'UFOLOGIA E' NATA IN ITALIA


Lunedì 15 gennaio, in prima serata su ItaliaUno, fra i temi della prima puntata della nuova serie 2024 di FREEDOM condotto da Roberto Giacobbo si metterà a fuoco la questione divulgata a partire dal 2000 dal giornalista aerospaziale e Presidente del Centro Ufologico Nazionale Roberto Pinotti con Alfredo Lissoni relativa alle segnalazioni di UFO "ante litteram" riscontrate in Italia negli Anni Trenta, che il Governo Fascista, su indicazione di Benito Mussolini in collaborazione con Italo Balbo e Galeazzo Ciano, avrebbe studiato con un team tecnico-scientifico segreto denominato "Gabinetto RS/33" e coordinato dal Presidente della Regia Accademia d'Italia e Premio Nobel Guglielmo Marconi allo scopo di effettuare ricerche di retroingegneria desunte da tali apparizioni di "Velivoli Non Convenzionali" (VNC) che all'epoca erroneamente si pensavano riferibili ad armi segrete francesi, inglesi o tedesche. Il contenuto del libro di Pinotti e Lissoni sul tema, oggi a 25 anni di distanza e in terza edizione negli Oscar Mondadori Bestseller con il titolo LUCI NEL CIELO: VNC, GLI UFO DEL VENTENNIO, ha riscontrato una iniziale ammissione da parte di Luis Elizondo (il militare che ha avviato il "disclosure" in USA) e quindi una clamorosa e inattesa conferma nelle recenti dichiarazioni fatte a Washington di fronte ai politici statunitensi sotto giuramento e su richiesta del Congresso degli Stati Uniti da David Grusch, pluridecorato in Afghanistan nonchè uomo dell'Aeronautica Militare e dell'Intelligence USA. I primi ad occuparsi istituzionalmente del tema grazie ad un UFO schiantatosi al suolo in Lombardia sono stati dunque gli Italiani nel 1933 e non gli Americani nel 1947, che vinti i Nazisti nel 1945 avrebbero trasportato in USA quanto al riguardo recuperato in Italia. L'ufologia è dunque nata in Italia e non in USA. La puntata di FREEDOM affronta tutto questo.


Ma ora c'è di più. Oggi, dopo un quarto di secolo e le positive analisi forensi sui documenti d'epoca acquisiti a partire dal 1996 che già nel 2000 ne comprovavano l'autenticità, Pinotti ha ultimato un rapporto conclusivo comprensivo di nuovo materiale inedito, indipendente e di carattere storico trasmessogli da un politico della Prima Repubblica di primaria importanza: documenti su carta intestata di diversi organismi statali ufficiali, tutti datati, protocollati e firmati con nome, cognome e grado da personaggi realmente esistiti e la cui attività è stata a livello storico perfettamente documentabile. Tutti questi documenti menzionano espressamente le attività del "Gabinetto RS/33", dove esse avevano luogo fra il 1939 e il 1941 (ovvero all'interno delle strutture ipogee del Monte Soratte non lungi da Roma sede delle "officine Protette del Duce" e poi trasformate in rifugio antiatomico durante la Guerra Fredda) e perfino in quale campo sembravano orientate. Pertanto la questione - superficialmente considerata da scettici, negazionisti e disinformati una "leggenda metropolitana" - vede ormai definitivamente riconosciuta tutta la propria realtà storica.


Di imminente uscita con la Vallecchi di Firenze, il contenuto dell'ultimo libro-bomba di Pinotti UFO E ALIENI: LE RISPOSTE - in traduzione anche all'estero - riscrive la definitivamente la storia del fenomeno UFO come una realtà senza tempo, persistente ed estranea all'umanità. Una realtà ormai confermata, accettata e infine ufficialmente sdoganata dallo stesso Pentagono il 25 giugno 2021. E che a livello mondiale pone necessariamente gli studi italiani al riguardo nella posizione primaria che loro compete.


IL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL CENTRO UFOLOGICO NAZIONALE

PRESS RELEASE


THE "UFOS OF FASCISM" CONFIRMED AT LAST: UFOLOGY WAS BORN IN ITALY


On Monday 15 January, in prime time on MEDIASET's ItaliaUno, among the themes of the first episode of the new 2024 TV series of FREEDOM hosted by Roberto Giacobbo, as the first who faced this topic since 2000, aerospace journalist and President of Italy's National UFO Center Roberto Pinotti with Alfredo Lissoni will focus the reports of the "ante litteram" UFOs reported and recovered in Italy in the Thirties, which the Fascist Government, on the indication of Benito Mussolini in collaboration with Italo Balbo and Galeazzo Ciano, studied with a secret technical-scientific team called "Gabinetto RS/ 33" and coordinated by the President of the Royal Academy of Italy and Nobel Prize winner Guglielmo Marconi with the aim of carrying out reverse engineering research deduced from these "Non-Conventional Vehicles" (VNC) which at the time were mistakenly thought French, English or German secret weapons. The content of Pinotti and Lissoni's book on the subject, today (25 years later) in its third edition of the Oscar Mondadori Bestsellers series with the title LIGHTS IN THE SKY: VNC, THE UFOS OF FASCISM, had an initial admission by Luis Elizondo (who initiated the "disclosure" in the USA) and therefore a sensational and unexpected confirmation in the recent statements made in Washington DC in front of US politicians under oath and at the request of the United States Congress by David Grusch, highly decorated in Afghanistan as well as a man of US Air Force and Intelligence. The first to deal institutionally with the topic thanks to a UFO that crashed to the ground in Lombardy were therefore the Italians in 1933 and not the Americans in 1947, who, having defeated the Nazis in 1945, would have transported to the USA what in this regard had been recovered in Italy. Ufology was therefore born in Italy and not in the USA. The FREEDOM episode faces all of this.


But now there's more. Today, after a quarter of a century and the positive forensic analyses on the documents acquired since 1996 which already proved their authenticity in 2000, Pinotti has completed a final report including new, unpublished, independent and historical material transmitted to him by a politician of the First Italian Republic of primary importance: documents on headed paper of various official state bodies, all dated, registered and signed with name, surname and rank by people who actually existed and whose activity was perfectly documentable on a historical level. All these documents expressly mention the activities of the "RS/33 Cabinet", where they took place between 1939 and 1941 (i.e. within the underground structures of Monte Soratte not far from Rome, home of the "Protected Workshops of the Duce" and later transformed into atomic shelters during the Cold War) and even which field they seemed to be oriented towards. Therefore the issue - superficially considered by skeptics, deniers and the uninformed to be an "urban legend" - now has its entire historical reality definitively recognised.


Soon to be released by Vallecchi in Florence, the contents of Pinotti's latest book UFO AND ALIENS: THE ANSWERS - in translation also abroad - definitively rewrites the history of the UFO phenomenon as a timeless, persistent and non-human reality. A reality now confirmed, accepted and officially cleared by the Pentagon itself on 25 June 2021. And on a global level necessarily placing the studies of Italian ufology in this regard in the primary position they deserve.


ITALY'S NATIONAL UFO CENTER'S BOARD OF DIRECTORS